DREAMING ARCHITECTURE

2016

 

Dal “Mestiere dell’Architetto” (2002) al “sogno” dell’architetto.  L’interpretazione in chiave simbolica dell’architettura è qui idealmente mutata, superando nel sogno difficoltà di scelte e di percorsi, e pericoli di errori o cadute.  Rimane la volontà di una scelta di solitudine, emancipata ormai da necessità di dimostrazioni e libera di scegliere comportamenti e contesti.