22. febbraio 2018
Io sono la spia (I am the spy) - Milan 1973. Members of Global Tools brought together by "Casabella" magazine.
"Io sona la spia": the man holding the sign bearing these words is a free man. Being free, from Pettena’s standpoint, means ignoring the zeitgeist, soaring above burdensome conformism, and emancipating oneself from the group and its convergent views. This is a surprise event, free from all restricted thoughts, be they conventional or radical. With this unexpected gesture, Pettena puts us in mind of Marcel Duchamp’s refusal "to be an artist in today’s sense of the word", nor yet an "anti-artist",
22. febbraio 2018
IO SONO LA SPIA - Milano 1973
GIANNI PETTENA Le permis de penser (Licenza di pensare) Galleria Salle Principale, Parigi 3 marzo – 12 maggio 2018 Opening, 2 marzo 2018, dalle 5 alle 9 “Io sono la spia”: l’uomo che mostra il cartello con queste parole è un uomo libero. Essere libero, secondo Pettena, significa ignorare lo zeitgeist, elevarsi al di sopra del peso del conformismo, ed emanciparsi dal gruppo e dalle sue opinioni condivise. Questo evento è stato un’improvvisazione, libera da ogni costrizione...
22. febbraio 2018
MURALNOMAD Le Quadrilatère, Beauvais February 23 – August 19 2018 Opening, February 23 2018, 6 pm On exhibit, as well as on the poster introducing it, “Sprofondo” (1989), tapestry by Gianni Pettena.
22. febbraio 2018
La mostra, curata da Dominique Mathieu, sull’arte della tessitura contemporanea, è ispirata e prende nome dal concetto di “muralnomad” di Le Corbusier. In esposizione l’arazzo “Sprofondo” di Gianni Pettena (1989).
23. novembre 2017
ENERGY FREE TREE GIANNI PETTENA for MUSEION Bolzano/Bozen, from November 23rd 2017, 7.30 pm Even using something that seems by now to be completely useless, imitating nature but not damaging it, one can create a symbol for days traditionally considered of re-birth and peace. www.museion.it
23. novembre 2017
ENERGY FREE TREE GIANNI PETTENA per MUSEION Bolzano/Bozen, dal 23 novembre 2017, ore 19,30 Anche usando qualcosa che sembra ormai del tutto inutilizzabile, imitando la natura ma senza danneggiarla, si può creare un simbolo per giorni da sempre considerati di rinascita e di pace. www.museion.it
09. novembre 2017
Gianni Pettena, "Wearable Chairs", 1971
SUPERDESIGN R & Company, New York November 7, 2017 – January 4, 2018 R & Company presents SuperDesign, a survey of Italian Radical Design from 1965-1975, curated by Maria Cristina Didero. The exhibition has been over a decade in the making and has come together through extensive research, passionate collecting and frequent trips to Italy to interview protagonists of the movement. Designers on exhibit are Piero Gilardi, Archizoom Associati, Studio 65, Gianni Ruffi, Kazuhide Takahama,...
09. novembre 2017
Gianni Pettena, "Wearable Chairs", 1971
SUPERDESIGN R & Company, New York 7 Novembre 2017 – 4 Gennaio 2018 R & Company presenta SuperDesign, un panorama del radical design italiano, curato da Maria Cristina Didero. La mostra ha richiesto oltre un decennio di lavoro ed è stata realizzata attraverso un accurato lavoro di ricerca, di raccolta e di frequenti viaggi in Italia per intervistare i protagonisti di quel movimento. Gli artisti e designers in mostra sono Piero Gilardi, Archizoom Associati, Studio 65, Gianni Ruffi,...
19. ottobre 2017
Gianni Pettena, "Wearable Chairs" 1971
NOUVEAU PARCOURS AU MUSÉE ET NOUVELLE PRÉSENTATION DES COLLECTIONS CONTEMPORAINES CENTRE POMPIDOU, Paris Opening, Thursday October 19th 2017, 6pm Starting from this date, the Museum of Modern Art of the Pompidou Center presents a new arrangement of the 4th and 5th floors, where contemporary art since the end of the ‘60s will be on exhibit according to a temporal and thematic development. Room 12 on the 4th floor, Design and Poor Techniques/Global Tools, hosts works of the permanent...
19. ottobre 2017
Gianni Pettena, "Wearable Chairs" 1971
NOUVEAU PARCOURS AU MUSÉE ET NOUVELLE PRÉSENTATION DES COLLECTIONS CONTEMPORAINES CENTRE POMPIDOU, Parigi Inaugurazione, Giovedì 19 Ottobre 2017, ore 18 A partire da questa data, il Museo nazionale d’arte moderna del Centro Pompidou presenta una nuova sistemazione dei piani 4 e 5, dedicati all’arte contemporanea dalla fine degli anni ’60, che si sviluppa secondo un percorso che ne segue lo sviluppo temporale e tematico. La sala 12 al piano 4, Design e Tecniche Povere/Global Tools,...

Mostra altro